Genovese Armando

Professore invitato
email: a.genovese@urbaniana.edu

M2300-18B    Modelli etici nel pensiero dei Padri [FO]

Obiettivo: Il ritorno al pensiero dei Padri offre l’esempio di un poderoso sforzo di traduzione del messaggio rivelato in categorie logiche ed etiche che si configurano come evoluzioni di quelle bibliche.

Contenuti: L’elaborazione cristiana si inserisce in un vasto orizzonte in cui le domande riguardanti l’etica erano il centro vitale della ricerca filosofica e si tramandavano con risposte cariche di problemi. La problematica etica, inoltre, s’intrecciava con le discussioni riguardanti la paideia. Siamo di fronte a una realtà complessa, che chiede un’analisi per quanto sta a noi accurata, intelligente, capace di leggere oltre i semplici fatti. La strutturazione dell’etica cristiana si colloca in tale ampio contesto, seguendo la gigantesca curva che va dall’apologetica a una visione globale della storia.

Metodo: Lezioni frontali. La grande esigenza sperimentata dalla Chiesa di oggi di dire in modo nuovo la Parola, in un linguaggio accessibile agli uomini e alla cultura moderna, trova nella fatica compiuta dai Padri un modello prezioso e stimolante.

Bibliografia fondamentale: Aubin P., Le problème de la «conversion». Étude sur un terme commun à l’hellénisme et au christianisme des trois premiers siècles, Paris 1963; Liebaert J., Les enseignements moraux des Pères apostoliques, Gembloux 1970; Osborn E. F., Ethical patterns in early christian thought, London 1976; Meeks W. A., The moral world of the first christians, London 1987; Meeks W. A., The origins of christian morality the first two centuries, London 1993; Raponi S., Alla scuola dei Padri. Tra cristologia, antropologia e comportamento morale, alcuni saggi, Roma 1998.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi