La Veritatis Gaudium, una gioia molto impegnativa

vg_aa2

Carissimi Lettori,

La Veritatis Gaudium(VG), Costituzione Apostolica circa le Università e le Facoltà ecclesiastiche, presenta nel suo proemio alcuni documenti del magistero sugli studi accademici e su tutto il mondo che li circonda. Nel numero 3 dice: “È giunto ora il momento in cui questo ricco patrimonio di approfondimenti e di indirizzi, verificato e arricchito per così dire “sul campo” dal perseverante impegno di mediazione culturale e sociale del Vangelo messo in atto dal Popolo di Dio nei diversi ambiti continentali e in dialogo con le diverse culture, confluisca nell’imprimere agli studi ecclesiastici quel rinnovamento sapiente e coraggioso che è richiesto dalla trasformazione missionaria di una Chiesa ‘in uscita’.”

Non credo sia una coincidenza il fatto che, in questo momento, anche l’Accademia Alfonsiana vive un particolare tempo di trasformazione, perché la partecipazione e il contributo degli alunni, sacerdoti redentoristi e professori di questa istituzione a diversi eventi ecclesiali è stata la risposta richiesta dalla VG alla crisi antropologica che coinvolge la società.

Questo ingente e non rinviabile compito chiede, sul livello culturale della formazione accademica e dell’indagine scientifica, l’impegno generoso e convergente verso un radicale cambio di paradigma, anzi – mi permetto di dire – verso «una coraggiosa rivoluzione culturale»” (VG n.3)

Il Giubileo della Misericordia, il 25° Capitolo Generale dei Redentoristi, il continuo contributo dell’Accademia a diversi Congressi di Teologia Morale, i criteri alfonsiani del discernimento misericordioso alla luce del capitolo VIII dell’Esortazione Amoris laetitia, e così come tanti altri “momenti” di crescita visti dalla Veritatis Gaudium, sono il “rinnovamento sapiente e coraggioso” richiesto dalla “trasformazione missionaria della Chiesa in uscita”.

Se questo editoriale, oltre ad introdurre gli articoli di questa newsletter, vuole informare da vicino i suoi lettori sulla vita dell’Accademia, vuole anche ringraziare la guida paterna del P. Andrzej S.  Wodka per il suo tempo con il nostro Istituto e augurargli un ministero proficuo nel suo nuovo incarico ecclesiale, che  riguarda la vita dei centri di studi ecclesiastici di Roma e del mondo cattolico.

Nel n. 88 della VG si legge: “La presente Costituzione troverà applicazione il primo giorno dell’anno accademico 2018-2019”, quindi dobbiamo presto accettare l’invito della VG a conoscere questa nuova guida ecclesiastica e a prepararci ad aprire insieme un nuovo anno accademico, che nel nostro caso sarà il 9 ottobre (Vedi Inaugurazione anno accademico 2018-2019) con una totale disponibilità e spirito alfonsiano; perché la tradizione Alfonsiana vive, ma vive nel contributo dei docenti e degli studenti che desiderano, con coraggio e qualità, continuare ad offrire al mondo della morale una voce chiara e trasparente, al punto di diventare il riferimento cattolico della nostra società.

Stella Padelli

.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi